Home » Il Museo » Sculture e Arredamento » Arazzi » L’Etna si maritau cu lu cielu

L’Etna si maritau cu lu cielu

Arazzi Cotone con acrilici
Opera unica

750,00

L'artista descrive l'opera

L’Etna si maritau cu lu cielu (L’Etna si è sposata con il cielo, in italiano) è il titolo di questa opera. L’Etna, a muntagna(la montagna, come la chiamano i catanesi) dal fascino misterioso. “A muntagna”, entità divina che ha ispirato leggende e racconti mitologici e madre di terre fertilissime.

Dettagli e dimensioni

Materiali: Cotone con acrilici
Dimensioni (cm): Altezza 130, Larghezza 108
Peso (kg): 1
Creato manualmente in Sicilia

L'opera nella cultura siciliana

A cura della Governance di Sicilian Artisan Foundation

L’Etna, il vulcano piu alto d’Europa (3300 mt slm), domina imperiosa la parte orientale della Sicilia ma è talmente enorme che si vede fino a centinaia di chilometri di distanza. Uomini di tutte le epoche ne hanno scalato la cima a partire dal filosofo agrigentino Empedocle (V a.C.) che la leggenda vuole abbia finito la sua vita buttandovisi dentro. Il toponimo (Aitna) sembra derivare da qualche parola la cui etimologia, riconduce al significato “ardere”, “bruciare”. Per gli Arabi di Sicilia (IX-XI secolo) era una montagna alta due volte e la chiamarono Mons (monte) Gebel (montagna), due volte montagna; e fino al recente passato (ma anche oggi) i siciliani la chiamavano Mongibello. Ma il suo nome siciliano per eccellenza è: “a muntagna”. Essa ha dato lavoro ai nivalori (che raccoglievano la neve, la conservavano nelle grotte del vulcano e poi la vendevano nei paesi), ai carbonai, ai raccoglitori di Ginestra (ottima per i fornai).

(photo) Catania, view of the city and port at the foot of Mount Etna. Cathedral visible at center, XIX  century

Richiedi informazioni su

L’Etna si maritau cu lu cielu

    Accetto la privacy policy